ITA  EN

#Phygital: il futuro dei negozi fisici tra virtuale e contatto umano

Iabicus
Evento
Mirandola Comunicazione

Condividi i tuoi feedback

COMUNICATO STAMPA


Umanesimo digitale, digital marketing e psicologia sociale.
Tre elementi per aiutare i negozi di quartiere a sopravvivere a una polarizzazione tra fisico e digitale
.

#Phygital: il futuro dei negozi fisici tra virtuale e contatto umano

Un progetto della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, a cura di Paolo Iabichino, tra pionieri della contemporaneità sui diversi temi dell’innovazione e del digitale


Per accredito stampa su iPressLIVE, con pagina evento e tutte le informazioni aggiornate in tempo reale. In questo link il video racconto del primo appuntamento.

Per seguire la diretta streaming iscriversi alla piattaforma GoToWebinar

Milano, 8  ottobre 2020 - Il 13 ottobre alle 18, a Palazzo Giureconsulti di Milano per il secondo evento di l’età Ibrida. Dialoghi per le imprese alla vigilia di una nuova era, sarà ospite l’economista, consulente strategico e docente universitario Nicolò Andreula autore di #Phygital. Il nuovo marketing, tra fisico e digitale.
Andreula, partendo dal suo saggio, offrirà delle tracce per aiutare i negozi di quartiere a sopravvivere alla polarizzazione tra fisico e digitale in cui sembravano relegati prima del lockdown.

Il Lockdown ha accelerato le vendite online portando l’e-commerce a crescere repentinamente anche in Italia e sempre più brand trasferiscono le loro vendite online. Anche il rapporto diretto con il consumatore, che negozi, marchi e produttori tradizionali hanno faticosamente costruito nel tempo, sembra diventare appannaggio dei e-marketplace che erodono i margini di profitto del retail. Se questa accelerazione può sembrare il tramonto dei negozi fisici, i comportamenti sul mondo retail offrono un’altra chiave di lettura.

MasterCard1 svela che nei mesi del lockdown il 70% dei consumatori italiani ha fatto acquisti nei negozi dei propri quartieri, e che il 63% è convinto di poter continuare a farlo anche in futuro. Uno studio di Accenture2 ritiene che l’80% dei millennials preferisce effettuare acquisti nei negozi tradizionali, mentre una ricerca di Retail Dive3 ha evidenziato che la maggior parte della Generazione Z non percepisce la differenza tra store fisici e online. Cosa significa tutto questo? Che stiamo assistendo a una trasformazione radicale dei processi di vendita e di comunicazione.” Afferma Nicolò Andreula, economista, consulente strategico e docente universitario ospite di L’età ibrida. “Per affrontare il cambiamento è necessario essere analogici e digitali, fisici e virtuali, offrire servizi a portata di mano e di mouse sempre conservando l’essenza del contatto umano. Per cavalcare questo tsunami di innovazione sarà indispensabile comprendere i nuovi valori che un brand può e deve trasmettere nel nuovo umanesimo a trazione tecnologica, e ripensare al valore generato durante i processi d’acquisto.”

Una strada, seguendo come traccia il suo saggio Phygital. Il nuovo marketing, tra fisico e digitale, è lavorare su empatia, storytelling ed esperienze, investire in negozi fisici e risorse umane piuttosto che considerarli dei costi da tagliare.

Su questi punti cardine si concentrerà la seconda serata del ciclo di incontri guidato da Paolo Iabichino, Direttore Creativo e Fondatore insieme a Ipsos Italia dell’Osservatorio Civic Brands, coadiuvato da Marisandra Lizzi, Founder di Mirandola Comunicazione e di iPressLIVE, da sempre attenta ai temi del digitale e dell’innovazione tecnologica.

Gli incontri voluti dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi serviranno per costruire ponti verso delle sensibilità nuove, nuove mentalità. A ogni incontro avremo una testimonianza e quella di Nicolò Andreula è una “traccia” lasciata da un “pioniere”. Quasi sempre le riflessioni partono da una saggistica divulgativa e Nicolò è tra coloro che hanno avuto il coraggio di incamminarsi per un sentiero meno battuto, quello che un giorno, permetterà di essere come il funambolo che abbiamo scelto come logo: dove arriverà la magia di camminare sul filo non la paura di cadere.” Afferma Paolo Iabichino, ideatore e direttore creativo del ciclo di eventi.

Dopo il secondo appuntamento sarà il turno, martedì 27 ottobre, di Giulio Xhaet, autore di #Contaminati: Connessioni tra discipline, saperi e culture; il 12 novembre, siccome l’età ibrida richiede soprattutto una riflessione che è anche linguistica, interverrà Vera Gheno - Sociolinguista e Traduttrice mentre il 26 novembre sarà il turno di Assunta Corbo, Fondatrice del Constructive Network - il primo network italiano di professionisti dell’informazione dedicato alla comunicazione costruttiva e al giornalismo delle soluzioni - e autrice di Empatia digitale - Le parole sono di tutti. A chiudere il ciclo di eventi, il 10 dicembre, sarà il Filosofo - Professore ordinario di Filosofia ed Etica dell'Informazione all'Università di Oxford Luciano Floridi autore di "Il verde e il blu. Idee ingenue per migliorare la politica".

Gli eventi inizieranno alle 18,00 e dureranno circa un’ora, è possibile partecipare iscrivendosi attraverso la piattaforma GoToWebinar. A distanza di alcuni giorni, il video sarà disponibile sul canale Youtube della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.   Al seguente link il video riassunto del primo appuntamento, mentre è possibile rivedere le interviste ai relatori cliccando sui rispettivi nomi: Elena Vasco - Segretario Generale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Roberta Cocco - Assessora a Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano e Paolo Iabichino - Direttore creativo.

***

Per maggiori informazioni:

Mirandola Comunicazione | www.mirandola.net


Marta Ciurli |
marta.ciurli@mirandola.net 
Francesco Sicchiero | francesco.sicchiero@mirandola.net | 366 8759702

1Fonte: Mastercard “Gli italiani riscoprono i piccoli negozi di quartiere e i valori di comunità e di appartenenza in tempi di Coronavirus” - comunicato stampa

3 Fonte: Forbes e Retail Dive


pubblicato il 08/10/2020

Video
Immagini
Settori

Commercio, Cultura, Tecnologia;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | REA: MI-2038021 | Cookie & Privacy Policy