ITA  EN

L'impatto dell'emergenza sanitaria sulla comunicazione, cosa sta cambiando?

InTarget
Evento
Mirandola Comunicazione

Condividi i tuoi feedback

L'impatto dell'emergenza sanitaria sulla comunicazione, cosa sta cambiando?

Il commento di Raffaella Pierpaoli,  Head of Social Media at intarget

Milano 18 marzo 2020 -  "Queste giornate di emergenza sanitaria, hanno inevitabilmente fatto cambiare i piani editoriali dei brand. Tutti hanno adeguato contenuti e tone of voice al mutato contesto, alcuni hanno ”freezzato” i messaggi legati agli eventi e introdotto informazioni collegati al particolare momento che stiamo vivendo, per trovare una nuova sintonia con il proprio pubblico. Altri hanno proprio rivisto e adattato la propria comunicazione. C'è infatti da fare un distinguo perché, seppur in un momento drammatico, alcune categorie merceologiche riescono a compensare le minori vendite, presso i canali retail tradizionali, incoraggiando il canale ecommerce con consegne gratuite mentre altri si trovano a dover gestire addirittura incrementi di attività" afferma Raffaella Pierpaoli, Head of Social Media in intarget. "Musei e clienti legati al mondo dell’arte stanno usando, o si stanno attrezzando, per comunicare attraverso delle dirette live e questa massiccia fruizione di contenuti, in tempo reale, sta portando a un cambiamento delle abitudini; non solo, cambia anche il modo con cui usiamo i social. Sono convinta che questo tipo di modalità, finora molto forte solo in alcune nicchie di pubblico -si pensi ad esempio a Twitch- resterà anche dopo la fine di questa fase di emergenza. Una evoluzione che stiamo già vedendo è che questo tipo di formati esce dal confine dei contenuti formativi e divulgativi per entrare nella sfera dell’ecommerce e dei contenuti legati al prodotto.”

“Per quanto riguarda la nostra agenzia, intarget, anche noi abbiamo avviato una revisione della comunicazione per tutti i nostri clienti, per i quali abbiamo adeguato i contenuti e il tone of voice al mutato contesto. Quello che abbiamo notato è che, da parte dei nostri clienti, c'è il desiderio di esprimere vicinanza, essere d’aiuto con piccoli gesti nelle attività quotidiane e trovare una nuova sintonia con il proprio pubblico, piuttosto che inserirsi con contenuti a "tema coronavirus" che per molti aspetti sembra essere il trend del momento” afferma Raffaella Pierpaoli, Head of Social Media in intarget.  


pubblicato il 19/03/2020

Immagini
Settori

Società, Tecnologia;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | REA: MI-2038021 | Cookie & Privacy Policy