ITA  EN

Altri parchi sottoscrivono protocollo AIGAE per lo sviluppo dell'Heritage interpretation: Majella, Cinque Terre, Migliarino-San Rossore-Massacciucoli

AIGAE
S.O.S. Graphics srl

Condividi i tuoi feedback

Heritage Interpretation è la cura del Patrimonio culturale ed ambientale per la salvaguardia delle nostre radici e della nostra storia. Ma per AIGAE, unica associazione delle guide ambientali ed escursionistiche e degli interpreti ambientali e culturali riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, è anche un impegno a trasformare il lavoro di tutti i giorni in un impegno sociale e culturale per la Custodia del Patrimonio.

Il 13 marzo 2016 infatti a Caramanico Terme nel Parco nazionale della Majella, durante la "tre giorni di formazione, seminari e assemblee per le Guide Ambientali Escursionistiche di tutta Italia" (vedi comunicato), è stato presentato il progetto strategico "Heritage Stewardship" realizzato in collaborazione con il consorzio universitario Cursa.

Una giornata intera di stimoli emozionali, riflessioni culturali e scambi di esperienze che hanno coinvolto una platea attenta e partecipe di oltre 300 esperti provenienti da ogni parte d'Italia.

Ora l'impegno di AIGAE è quello di portare i temi e le tecniche di Heritage Interpretation in ogni parte d'Italia per contribuire alla custodia e fruizione corretta di quello straordinario mix di cultura e natura, biodiversità e storia, che fanno del nostro Paese uno dei più noti al mondo.

Nell'occasione è stato sottoscritto un protocollo di intesa tra il Presidente dell'ente parco nazionale della Majella, Franco Iezzi e Stefano Spinetti, presidente di Aigae, allo scopo di lavorare assieme per lo sviluppo delle attività di Heritage interpretation, di educazione ambientale e per lo sviluppo sostenibile. Recentemente sottoscritto anche dal parco nazionale delle Cinque Terre e dal parco regionale e di Migliarino-San Rossore-Massacciucoli.

Analogo protocollo era già stato sottoscritto nei mesi scorsi con i parchi nazionali del Gargano, dell'Appennino Lucano, dell'Aspromonte (vedi comunicato) e con il parco regionale delle Dolomiti Friulane (vedi comunicato).

 "Abbiamo bisogno dell'impegno di tutti per l'ambiente e la natura dell'Italia" - ha dichiarato Stefano Spinetti - "crediamo che le GAE e gli Interpreti ambientali e culturali possano essere di grande aiuto al conseguimento della mission dei parchi, ma anche per la fruizione moderna di parchi, musei, giardini botanici, acquari, ville storiche, insediamenti archeologici e culturali".


pubblicato il 23/03/2016

Immagini
Settori

Ambiente e natura, Cultura, Pubblica Amministrazione, Turismo;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | R.E.A. n. PR 248741 | Cookie & Privacy Policy