ITA  EN

I NUOVI FONDI DI INVESTIMENTO

CDP Fondo Nazionale Innovazione
Evento
Mirandola Comunicazione

Condividi i tuoi feedback

I NUOVI FONDI DI INVESTIMENTO

 

 

 

Fondo Acceleratori: 125 milioni di euro per start-up nella fase early stage

Il Fondo è stato costituito a fine marzo 2020 con lo scopo di aiutare la creazione e lo sviluppo di soggetti specializzati, nell’offrire un percorso di accelerazione alle startup,  con il fine ultimo di contribuire alla nascita di nuova imprenditoria caratterizzata da forte innovazione di prodotto, servizio e processo nel segmento cosiddetto early stage.

 

Il Fondo interverrà, in modo diretto e indiretto, per dare sostegno finanziario e/o manageriale a favore di acceleratori di impresa e di start up innovative ad alto contenuto tecnologico, operanti in settori ad elevato potenziale di crescita.

Attualmente sta valutando circa 12 nuovi programmi di accelerazione.

 

Il Fondo ha una dotazione iniziale di 125 milioni di euro.

 

Nel contesto di emergenza Covid ha lanciato l’operazione Acceler-ORA!

L’iniziativa Acceler-ORA!, in fase di avvio entro settembre 2020, ha l’obiettivo di finanziare prevalentemente start up seed/pre-seed con interventi fino ad un massimo di 300mila euro per un ammontare complessivo fino a 8,75 milioni di euro.

Acceler-ORA! nasce a seguito della pandemia Covid-19, in particolare per stimolare e supportare l’attività di incubatori e/o acceleratori spesso rallentata dalla mancanza di capitali e per attrarre capitali privati su un segmento poco presidiato (in quanto scarsamente visibile) e non strutturato, favorendo l’incontro tra start up e soggetti qualificati.

 

 

Fondo Tech Transfer: 150 milioni di euro per aiutare il trasferimento tecnologico

Il Fondo sarà attivato entro il terzo trimestre del 2020 e avrà l'obiettivo di supportare la filiera del trasferimento tecnologico mediante il co-investimento selettivo nelle start up più promettenti e l’investimento in fondi verticali specializzati.

 

Il Fondo avrà una dotazione iniziale di 150 milioni di euro.

 

Fondo Corporate Venture Capital: 150 milioni di euro per coinvolgere le aziende nel sostenere le start up

Il Fondo sarà attivato entro il terzo trimestre del 2020 con l'obiettivo di sostenere la crescita del Corporate Venture Capital in Italia e coinvolgerà come Limited Partners alcune tra le principali aziende partecipate dal Gruppo CDP. Gestirà direttamente tre comparti di investimento: Energia e Utilities, Digitale e VAS, e Agritech. Agirà intervenendo principalmente in startup nelle fasi growth e scale-up.

 

Il Fondo avrà una dotazione iniziale di 150 milioni di euro.

 

 

Fondo Late Stage: 100 milioni per sostenere le startup in fase avanzata

Il Fondo sarà attivato entro il primo semestre del 2021 avrà lo scopo di sostenere direttamente le start up già in fase “matura” che necessitano di capitali per ulteriore consolidamento ed espansione sui mercati internazionali, contribuendo così allo sviluppo di aziende ad alto contenuto tecnologico, con potenziale prospettico anche per la grande industria.

 

Agirà attraverso investimenti di minoranza e maggioranza in società in fase di scale up e late stage, che abbiano una parte rilevante del proprio business in Italia, o che desiderino iniziare la crescita in Italia, e che operino in settori strategici per il Paese.

 

Il Fondo avrà una dotazione iniziale di 100 milioni di euro.

 


 

 

I FONDI DI INVESTIMENTO GIÁ ATTIVI

 

 

Fondo Italia Venture I

Il Fondo Italia Venture I dal 2015 investe in startup e PMI innovative in Italia in co-investimento con attori privati nazionali e internazionali, con una quota di investimento che può arrivare fino al 70% del valore complessivo del round in presenza di investitori privati indipendenti che coprono il restante 30%. Opera principalmente nei settori: digitale, biotech, medicale e high tech.

Ha una dotazione di 80 milioni di euro.

Attualmente gestisce un portafoglio di 20 aziende in fase growth.

 

 

Fondo Italia Venture II - Fondo Imprese Sud

Il Fondo Italia Venture II ha l'obiettivo di accelerare la competitività e lo sviluppo di startup e PMI innovative nel Mezzogiorno (Abruzzo, Campania, Sardegna, Puglia, Molise, Basilicata, Calabria e Sicilia).

 

Investe in tutte le fasi del ciclo di vita di un’impresa - dal seed, al growth/expansion - preferibilmente in co-investimento con soggetti privati indipendenti. Il Fondo investe anche indirettamente tramite Fondi di terzi, purché condividano la medesima politica di investimento di Fondo Italia Venture II.

 

E’ un fondo generalista che investe, quale socio di minoranza, in aziende che operano in diversi settori, quali digitale/ICT, fintech, biotech/healthcare, e-commerce. Oltre al capitale per lo sviluppo, il team del Fondo apporta agli imprenditori il proprio know-how ed il network delle aziende del Gruppo CDP.

 

Dispone di una dotazione di 150 milioni di euro.

Attualmente non ha in portafoglio aziende, ma ha deliberato investimenti complessivi fino a 16 milioni così suddivisi:

  • circa 10 milioni di euro in 3 operazioni di investimento (di cui è stato effettuato 1 signing);
  • fino a 6 milioni di euro nell’iniziativa Seed per il Sud, che ha l’obiettivo di finanziare start up seed/pre-seed con interventi fino ad un massimo di 300 mila euro ciascuno, entro settembre 2020. Questo intervento in particolare nasce in collaborazione con i principali acceleratori/incubatori di impresa per fare fronte alla situazione emergenziale determinatasi a seguito della pandemia Covid-19, con l’obiettivo strutturare interventi diretti per preservare il futuro patrimonio industriale del Paese e favorire la nascita e lo sviluppo di un deal flow di qualità anche per gli investimenti nelle fasi successive (Round A, B, etc)

 

 

Fondo di Fondi VenturItaly

Il Fondo di Fondi VenturItaly investe in fondi di Venture Capital, in tutta la loro filiera - dal seed al late stage - con focus specifico sull’Italia supportando lo sviluppo del mercato del Venture Capital nazionale.

 

L'obiettivo del fondo è di investire in tre categorie di fondi di Venture Capital: first time team/first time fund, allo scopo di generare nuovi operatori sul mercato; nuovi team all’interno di gestori già attivi sul mercato, allo scopo di consolidare il mercato ampliando il numero di professional dedicati all’investimento in startup; e, infine, fondi di Venture Capital successivi di gestori consolidati, per sostenere il mercato nel medio-lungo periodo.

 

Il fondo oggi dispone di una dotazione di 300 milioni di euro.

 

Attualmente ha deliberato la sottoscrizione di 3 fondi di venture capital: Primo Space Fund, Claris Biotech I e un terzo fondo dedicato alle scaleup italiane:

 

  • Primo Space Fund, gestito da Primomiglio SGR, è il primo fondo italiano focalizzato su investimenti in startup nell’ambito della “Space Economy”. Investirà prevalentemente in Italia, a partire dalla fase embrionale di sviluppo dei progetti, e in round di finanziamento successivi. Il fondo ha un obiettivo di raccolta pari a 80 milioni di euro e conta sul supporto dell’European Investment Fund e di altri investitori istituzionali. La strategia di investimento del fondo nasce dall’esigenza di incrementare gli investimenti nella Space Economy italiana, con l’obiettivo di portare lo sviluppo delle tecnologie aerospaziali anche verso applicazioni su tutte le principali industrie, come ad esempio le telecomunicazioni, l’agricoltura, la logistica e la meteorologia.

 

  • Claris Biotech I, gestito da Claris Ventures SGR, è un fondo dedicato al very early stage biotech. Ha infatti l'obiettivo di supportare start up operanti nel settore delle biotecnologie focalizzate nello sviluppo preclinico e clinico di nuovi farmaci. Il Fondo ha una dimensione target di 80 milioni di euro. L’ambito d’investimento riguarderà prevalentemente società costituite o che hanno rilevanti attività di business nel territorio italiano. A questo fine sono stati perfezionati accordi quadro volti alla generazione di deal flow per il Fondo e all’analisi di opportunità di investimento con due importanti centri di ricerca in Italia: il Molecular Biotechnology Center di Torino (operante nel campo delle scienze mediche, con focus sullo studio dei meccanismi molecolari ad alto impatto sulla salute umana) e CEINGE Advanced Biotechnologies di Napoli (operante nel campo della biologia molecolare e delle biotecnologie avanzate)

 

 

 

 

 

23 giugno 2020


pubblicato il 23/06/2020

Settori

Commercio, Comunicazione, Cultura, Economia e finanza, Lavoro, Politica, Pubblica Amministrazione, Società, Tecnologia;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | REA: MI-2038021 | Cookie & Privacy Policy