Il PAsocial Day arriva al Mart di Rovereto

Il PAsocial Day arriva al Mart di Rovereto

Il PAsocial Day arriva al Mart di Rovereto. 

08 GIUGNO 2019

 

Sarà il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto ad ospitare il 18 giugno l’iniziativa organizzata dalla Associazione per la Nuova Comunicazione e dedicata alla comunicazione pubblica

 

Il 18 giugno si terrà il PAsocial Day 2019, la nuova edizione che in contemporanea in 18 città italiane, farà il punto dello stato dell’arte della comunicazione pubblica nel paese.

Sarà il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto ad ospitare l’iniziativa organizzata dalla Associazione per la Nuova Comunicazione in Trentino Alto Adige.

 

Ogni città ospitante l’evento avrà un tema e quello di Rovereto sarà Comunicazione e valorizzazione dei Beni Culturali per l’Industria del Turismo.

Un argomento di largo interesse nel territorio dove non mancano iniziative culturali a livello europeo, una estesa cultura dell’ospitalità e una grande propensione per l’innovazione tecnica e sociale.

Il Presidente nazionale, Francesco Di Costanzo, ha espresso viva soddisfazione per l’organizzazione della prima iniziativa di PAsocial nel Trentino Alto Adige e per la location particolarmente suggestiva e prestigiosa.

La nostra sfida è diventare una piattaforma per l’arte moderna e contemporanea in un territorio più ampio rispetto al perimetro del museo e questo territorio include anche quei luoghi virtuali in cui il dibattito e lo studio si generano, in cui la cultura stessa si riverbera e si espande” ha dichiarato Gianfranco Maraniello, direttore del Mart.

Numerosi gli interventi previsti nella mattinata introdotta da Annalisa Casagranda, responsabile dei Progetti per il pubblico dell’Area educazione del Mart che parlerà di “Costruttori di conoscenza. Il museo pubblico ai tempi della web communication”. Seguiranno gli speech di Chiara Maule,  Assessora al Comune di Trento con delega per le materie della partecipazione, innovazione, formazione e progetti europei che interverrà sul tema ”I cittadini e la partecipazione nella costruzione di un vocabolario storico-artistico”, Anna Guastalla, Presidente ANAI Associazione Nazionale Archivistica Italiana, Sezione Trentino Alto Adige, con una relazione dal titolo “Gli archivi, questi sconosciuti “ e  Maurizio Galluzzo di PAsocial Trentino Alto Adige racconterà gli “Smart Data per la cultura e i Digital Nano Museum”.

Seguirà una tavola rotonda con Lorenzo Renzulli - Culturalword of heritage - Artificial Intelligence per la gestione dei beni culturali - OASIS - Promozione e valorizzazione del patrimonio culturale; Luigi De Marchi La protezione digitale dei beni culturali: Emergenza24 e ABCO Associazione Beni Culturali Onlus; Alessandro Colum Donnelly - Raccontare i beni culturali in contesti di crisi  - Università degli Studi di Sassari; Andrea Bolner - Il Progetto Shelly per la cultura distribuita e partecipata; Manuel Bazzanella - La realtà virtuale come strumento di marketing turistico e dei beni culturali - L’evoluzione della brand experience e il caso ItaliaVR - Digital Mosaik

Luigi de Marchi presidente ABCOnlus e fondatore di beniculturalionline ha dichiarato che
L’Italia, -il Bel Paese- è riconosciuto in tutto il mondo come la patria mondiale della bellezza, dell’arte e dell’architettura, custodisce la Storia ed i Tesori di diverse epoche, tra l’altro in numero maggiore rispetto a qualsiasi altra nazione del mondo. Per qualche singolare motivo, però, nel nostro Paese non viene data la giusta attenzione a questa incredibile risorsa. L’Italia, con i giusti investimenti, potrebbe diventare un nuovo punto di riferimento mondiale con la nascita di aziende innovative nell’ambito della promozione dei beni culturali e del Turismo Slow, un turismo alternativo e di qualità, un turismo nuovo che può portare un grande valore a ciò che abbiamo di così bello che ci circonda.

Questa occasione potrebbe diventare la scintilla di una nuova Economia della Cultura che può colmare questo grande vuoto. Dando vita a nuove StartUp di giovani provenienti da tutta Europa”.

 

Si parlerà anche di Intelligenza Artificiale e su questo punto Lorenzo Renzulli - CTO Oasis è chiaro: “Quello dell’intelligenza artificiale è uno dei temi tecnologici che al momento rappresenta un trend, tutti ne parlano, in molti casi anche a sproposito. Potrebbe sembrare che A.I. e Beni Culturali siano realtà distanti e difficili da far incontrare, ma non è necessariamente così. Le più moderne tecnologie possono dare un supporto molto significativo per tutela e valorizzazione del Patrimonio Culturale e sono molto felice di poterne parlare al PA Social Day”.

 

Andrea Bolner della trentina Top Evolutions offrirà una esemplificazione di cosa si può fare con la partecipazione dei cittadini nell’ambito dei beni culturali: “La nostra applicazione Shelly oltre che essere un valido strumento per ricevere informazioni di pubblica utilità da fonti accreditate è utile anche per la valorizzazione dei Beni Culturali per l’Industria del Turismo in quanto nella mappa tematica dedicata al turista sono descritte le attrazioni principali di ogni città del mondo che meritano di essere visitate”

 

L’orario è 9:30 alle 13:30 e la partecipazione è gratuita ma è necessario registrarsi all’indirizzo www.nordestdigitale.com/registrazione entro il 15 giugno.

 

Pubblicato il 08/06/2019

Condividi

Ufficio stampa

Immagini

Settori

  • Comunicazione
  • Pubblica Amministrazione
© iPress S.r.l. | P.IVA IT02565630346 | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | R.E.A. n. PR-248741 | Cookie & Privacy Policy