ITA  EN

Touchdown in Polonia: tra i giocatori più famosi di football americano c’è un italiano

Università Cattolica del Sacro Cuore
Mirandola Comunicazione

Condividi i tuoi feedback

Touchdown in Polonia:
tra i giocatori più famosi di football americano c’è un italiano

Grazie all’Università Cattolica del Sacro Cuore e alla possibilità di studiare all’estero, Alessandro D’Alice ha perfezionato il proprio percorso di studi ed è divenuto una vera e propria star della palla ovale.

Milano, 19 novembre 2018 - Sudore, fatica e sacrificio; studio, viaggi, amicizie e sport. È con queste parole che si può descrivere l’esperienza di exchange student che Alessandro D’Alice ha potuto vivere grazie all’offerta formativa di Università Cattolica del Sacro Cuore. Per 10 mesi il 24enne di Milano iscritto alla laurea magistrale di Gestione del lavoro e comunicazione per le organizzazioni dell’Ateneo di Largo Gemelli ha vissuto a Lublin, in Polonia, ma non poteva immaginare che quei 10 mesi di esperienza all’estero lo avrebbero cambiato per sempre.

Laureato in Scienze Politiche all’Università Statale di Milano, Alessandro sceglie l’Università Cattolica per il programma formativo offerto agli studenti: “L’impatto con l’Università è stato subito positivo. Le materie erano davvero interessante, preparare e sostenere gli esami non è mai stato un peso, eppure sentivo che mancava qualcosa, un qualcosa che solo l’esperienza all’estero poteva darmi”. Alessandro fa domanda e viene selezionato per l’Exchange Semester Abroad: meta scelta per perfezionare gli studi è la John Paul II Catholic University of Lublin. “Mi piacciono i Paesi freddi e sono sempre stato incuriosito dalla Polonia, dalla sua storia, la cultura e la lingua. Frequentare i corsi di comunicazione culturale e psicologia mi ha permesso di apprendere contenuti nuovi e approfondire il tema del coaching sportivo, tema della tesi che discuterò a febbraio. Grazie al programma di studio all’estero mi sono soprattutto messo in gioco al 100%, nella vita così come nello sport. Il football americano è stato il cuore della mia esperienza all’estero”.

Dopo aver superato il provino, Alessandro entra nella squadra dei Tytani Lublin e gioca il campionato del Paese. Nonostante le prime difficoltà di inserimento, lo studio e la caparbia pratica della lingua hanno dato ad Alessandro il modo di integrarsi presto nella squadra, godendo delle simpatie di compagni e tifosi. In poco tempo il giovane diventa uno dei capitani ed entra addirittura nella top 11 dei migliori giocatori di tutta la Polonia: “Sentire i tifosi gridare il tuo nome dagli spalti è stata una delle sensazioni più belle della mia vita che mai dimenticherò”, dice.

Dopo quasi un anno di vita fuori dall’Italia, alcuni infortuni e una clavicola rotta, Alessandro torna nel Belpaese: “Vivere il mio Erasmus in Polonia, anche attraverso il football, mi ha permesso di vivere momenti unici e di diventare la persona che sono ora. Non solo sono cresciuto come persona, ma l’offerta formativa mi ha chiarito le idee sul mio futuro, su chi voglio essere e chi voglio diventare. Sono sicuro che senza l’Università Cattolica questo non sarebbe mai stato possibile”.

Contatti:

Ufficio stampa Milano: ufficio.stampa-mi@unicatt.it - tel. 02 72342307
Referente: Katia Biondi – cell. 3351376604
                   Marco Ferrario (Mirandola Comunicazione) – cell. 3207910162

Area stampa online: http://areastampa.unicatt.it


pubblicato il 19/11/2018

Immagini
Settori

Cultura, Comunicazione, Maschile, Moda, Sport;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | R.E.A. n. PR 248741 | Cookie & Privacy Policy