ITA  EN

Meeting Nazionale Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE al Parco Nazionale dell’Aspromonte

AIGAE
S.O.S. Graphics srl

Condividi i tuoi feedback

COMUNICATO STAMPA

D’Arrigo: “L’Aspromonte: la montagna Alpina immersa nel Mediterraneo con 1000 corsi d’acqua, dai torrenti alle fiumare”.

Con il grande Meeting Nazionale targato AIGAE nel cuore del Parco dell’Aspromonte – Centinaia di Guide da tutta Italia – la possibilità di ammirare gli studi e le attività di ricerca avviate dall’Ente Parco, ma anche percorrere itinerari naturalistici inediti, grotte, canyon e borghi fantasma.

Per la stampa la grande opportunità di vedere l’Aspromonte in Primavera

Dal 6 all’8 Aprile



In Aspromonte 1000 sono i corsi d’acqua tra torrenti e fiumare che spesso nascondono gli angoli più incontaminati. L’estremità meridionale del continente europeo presenta un massiccio montuoso con almeno 500 cascate in una lingua di terra dove inaspettatamente animali e piante hanno trovato posto riuscendo a convivere con l’uomo. L’Aspromonte possiede una morfologia particolare, dalla sua cima più alta, Montalto, si dipartono differenti enormi costoni che scendono ora ripidi ora pianeggianti, fino al mare: è l'acrocoro Aspromonte!”. Lo ha affermato Demi D’Arrigo, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE ed esperto in torrentismo, pratica che permette di percorrere i tratti più bassi e tranquilli dei corsi d’acqua senza bisogno di attrezzature per poterne ammirare le caratteristiche naturali.

Dal 6 all’8 Aprile, centinaia di Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE arriveranno da tutta Italia per il Meeting Nazionale che quest’anno sarà ospitato dal Parco Nazionale dell’Aspromonte, nel comune di Santo Stefano in Aspromonte. Un grande evento a conferma della politica di valorizzazione del territorio messa in campo dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e targato AIGAE. Ben 7 conferenze su Turismo Ambientale, itinerari, escursionismo, formazione professionale, ma anche ben 4 escursioni lungo sentieri inediti, nel cuore di borghi storici e paesi fantasma di grande fascino.

Cascate, scivoli, fenditure, luoghi celati.

L'acqua scorre su un manto granitico, creando dalla notte dei tempi una serie infinita di cascate, pozze, scivoli, fenditure e canyon che permettono di entrare direttamente nel cuore più selvaggio di questa montagna: l’Aspromonte. Esistono dei luoghi mai o raramente calpestati dal piede dell'uomo. Sembrano luoghi quasi segreti – ha proseguito D’Arrigo - spesso celati alla vista, ma vivi nell'immaginazione. È l'ancestrale bisogno dell'uomo di conoscere ed esplorare, di andare all'origine delle cose. L'acqua in questo senso ha una grande potenza rappresentativa, può essere vita o morte, ha percorsi inimmaginabili e sorprendenti. Un'esplorazione recente e continua, che ancora oggi regala nuovi angoli di paradiso, sconosciuti o quasi agli occhi dell'uomo. La disciplina che consente di fare questo è una sola: il torrentismo! In Aspromonte è una vera e continua sorpresa e riesce a svelare passo dopo passo i tratti più nascosti, impervi e primordiali di queste valli. Potendo accedere a posti dove finora era concesso solamente all’acqua.

Il sentiero dell’acqua.

In Aspromonte, c’è il sentiero dell’acqua, un angolo di riserva immutata nel tempo, il sentiero ideale per adulti e bambini che permette di scoprire e ascoltare la vera voce della natura, tra boschi e torrenti. E ancora in Aspromonte è possibile visitare due cascate d’eccezione quali Linnha e Castano’ – ha continuato D’Arrigo - attraverso un percorso sia escursionistico che torrentistico capaci di regalare benessere ed emozioni, grazie alle acque impetuose, e a una natura lussureggiante incastonata tra due spettacolari crinali. Tra Palmi e Bagnara in una zona definita come ZPS (zona di protezione speciale) del Parco c’è il “Tracciolino” il sentiero azzurro sospeso tra cielo e mare. Si tratta di un meraviglioso tracciato proteso sul Mare Tirreno, depositario di molteplici storie di passaggio, di leggende e di migrazione. Altro itinerario d’eccezione si trova lungo la Fiumara Laverde, dapprima in salita con panorami mozzafiato e poi con la possibilità di inoltrarsi nel canyon tra la vegetazione abbarbicata alle pareti e le acque che assicurano un idromassaggio naturale ad ogni anfratto. E ancora, è possibile praticare più attività negli stessi itinerari, escursionismo e torrentismo in una zona di importante interesse storico e naturalistico, completamente immersa nel cuore dell’area Grecanica accanto alla famosa Fiumara Amendolea. Si passa poi dai torrenti ai panorami. Da non perdere in Aspromonte il “Crinale degli Dei” il cui nome descrive benissimo la bellezza del luogo. Un itinerario particolarmente panoramico, per la vista che si gode sia all’andata che al ritorno, senza un attimo di tregua.

I luoghi immersi nella natura belli perché difficilmente accessibili

Non si può non citare l’ex Lago di Costantino, a San Luca – ha concluso D’Arrigo - riserva naturale dove predominano stupore e meraviglia. È un itinerario affascinante che continua a regalare emozioni nonostante il radicale cambiamento degli ultimi anni. Un vero passaggio nel tempo, una contemporanea riserva naturalistica ben mantenuta dal suo difficile accesso..

E ancora il cosiddetto lago del Menta, un bacino artificiale percorribile in ogni stagione. L’itinerario più facile, pianeggiante e caratteristico, dove tutti gli elementi invernali quali neve e ghiaccio, permettono divertenti ciaspolate, in una cornice stupenda nei pochi km del lungo lago più bello d’Aspromonte”.

Le Guide Ambientali Escursionistiche Italiane AIGAE, provenienti da tutta Italia, invaderanno il Parco Nazionale dell’Aspromonte per l’importante Meeting in programma dal 6 all’8 Aprile a Gambarie, località sciistica famosissima in Santo Stefano in Aspromonte . Ben 7 conferenze ma anche 4 escursioni sul territorio e briefing stampa. Tutti gli eventi saranno aperti alla stampa. Dalla mobilità dolce, alla sostenibilità, dalla formazione professionale che in AIGAE è costante, alla valorizzazione dei borghi italiani, fino agli itinerari, dall’importanza dell’escursionismo ai dati riguardanti un fenomeno in progressiva e veloce crescita qual è il Turismo Ambientale. Ci sarà il mondo AIGAE in grado di confrontarsi su Comunicazione Social ma anche fiscalità, emergenze ambientali, e narrazione teatrale degli ambienti naturali. Per 3 giorni l’Aspromonte sarà capitale dell’Ambiente con l’arrivo di massimi esperti e rappresentanti anche dei Parchi italiani.

Un grande evento targato AIGAE, l’unica associazione di categoria riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico e voluto sul territorio dal Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Tutti i giornalisti potranno inviare la loro adesione e chiedere anche informazioni sul programma ad addetto.stampa@aigae.org, entro e non oltre le ore 12 del 4 Aprile.

Per Interviste:

Giuseppe Ragosta – Addetto Stampa Nazionale AIGAE – Tel 392 5967459




pubblicato il 10/03/2018

Immagini
Settori

Ambiente e natura, Comunicazione, Moda, Politica, Turismo;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | R.E.A. n. PR 248741 | Cookie & Privacy Policy