ITA  EN

I borghi d'Italia colpiti dal sisma alla Stampa Estera

AIGAE
S.O.S. Graphics srl

Condividi i tuoi feedback

 

Dal 2 al 5 Giugno - Le Giornate Nazionali delle Guide Ambientali escursionistiche in tutta Italia, con 50 eventi nelle regioni colpite dal sisma e 200 nel Paese.   

 

           Centinaia di guide in campo, 1000 ore di escursioni www.italiaguide.org

 

 Legambiente Nazionale ha inserito l’evento nel calendario di Voler Bene all’Italia

 

Spinetti: “Con le Giornate Nazionali delle Guide Ambientali Escursionistiche finanzieremo progetti di micro – impresa nelle zone terremotate. Centinaia di guide in campo che lavoreranno gratis. Il 25 Maggio presenteremo nuovi siti, borghi, sentieri, centri storici fantasma ma ricchi d’arte. Sulle Alpi entreremo in borghi abbandonati e pieni di affreschi, percorrendo il Sentiero delle frazioni Alte, a Ischia snorkeling, in giro per l’Italia escursioni notturne nei boschi e lungo i fiumi, visite ai siti archeologici sottomarini, lungo Valli e sulle Vette. Saremo nei borghi colpiti dal sisma in Umbria, Norcia, Savelli, S. Marco, Nottoria, ugualmente nelle Marche, nel Lazio e in Abruzzo. Il 25 Maggio presenteremo al mondo l’Italia sconosciuta ma bellissima. Tutto per rilanciare l’economia nelle zone terremotate”.

 

Conferenza Stampa – Giovedì 25 Maggio – Ore 11 – Sede Stampa Estera – Via dell’Umiltà 83-c – Roma

 

Interverranno -

Stefano Spinetti – Presidente Nazionale Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE

Rossella Muroni – Presidente Nazionale Legambiente.

 

I Sindaci delle zone terremotate di Umbria – Lazio – Marche – Abruzzo.

 

Invitati i Ministri dei Beni Culturali, Dario Franceschini e dell’Ambiente Gianluca Galletti.

 

Interverranno anche: Vienna Cammarota la guida che all’età di 68 anni sarà la prima donna al mondo a fare a piedi da Karlovy il viaggio compiuto nel 1786 dal grande scrittore tedesco Wolfgang Goethe, Marco Saverio Loperfido la guida partita a piedi il 1 Maggio dal Lazio e a piedi raggiungerà Bruxelles il 18 Ottobre per consegnare direttamente al Parlamento Europeo i sogni dei cittadini che incontrerà. Marco sarà in diretta da uno dei borghi d’Italia.

Tiziana Di Donato, l’imprenditrice del settore edile che ha deciso di cambiare vita, dedicarsi all’ambiente e diventare Guida Ambientale Escursionistica

 

 

“Centinaia di guide ambientali escursionistiche impegnate su tutto il territorio nazionale, 200 gli eventi dal Nord al Sud Italia, di cui 50 nelle regioni centrali colpite dal sisma, più di 1000 ore di escursioni. Dal 2 al 5 Giugno avremo un popolo in cammino per tutta l’Italia, in occasione delle Giornate Nazionali delle Guide Ambientali Escursionistiche. Tutte le guide lavoreranno gratis. I partecipanti potranno donare un contributo. Finanzieremo progetti di micro – imprenditorialità nelle zone dell’Italia centrale colpita dal terremoto. Si tratterà di micro-progetti per Under 35 nei settori del turismo, ambientale e zootecnia”. Lo ha annunciato Stefano Spinetti, Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE, alla vigilia dell’importante conferenza stampa in programma il 25 Maggio alla Stampa Estera, in via dell’Umiltà 83 – c, Roma alle ore 11. Tanti gli eventi nelle regioni colpite dal sisma

 

Le Giornate Nazionali nelle zone colpite dal terremoto – Abruzzo – Lazio – Marche – Umbria tutte insieme.

 

“In Abruzzo c’è Il Cammino di San Tommaso, un itinerario lungo 320 km che unisce la Basilica di San Pietro di Roma alla Basilica di San Tommaso Apostolo di Ortona e lo vedremo – ha dichiarato Stefano Spinetti – ma saremo anche nella Riserva Naturale Guidata “Gole di San Venanzio”, ammireremo le Fonti della Majella – meraviglia assoluta. Attraverseremo la splendida faggeta di Val di Fondo. Vedremo un anfiteatro glaciale con testimonianze storico – antropologiche e vedremo le sorgenti. Poi andremo Dal Passo San Leonardo al Monte Mileto con viste spettacolari sul Gran Sasso. Nelle Marche ancora tanti eventi da Arquata del Tronto a Santa Maria in Pantano. Attraverseremo vigne, prati, valli fluviali, borghi. Vedremo gli scavi di un luogo di culto risalente agli antichi Umbri ma anche un lago estinto. Nel Lazio più di 20 eventi e in tutte le province. Vedremo la Piramide Etrusca – Il percorso fiabesco in PROVINCIA DI RIETI. Scenderemo sul letto di un antico fiume, visiteremo il Museo del Fiore, saremo sulla Via Francigena, sull’Appia Antica e attraverseremo a Roma il Parco di Monte Mario. Eventi bellissimi al Circeo. Escursioni notturne lungo i boschi del Tevere ma avremo anche il Family Trek nella Valle dei Santi con zampilli e cascate. Scenderemo nelle Grotte di Collepardo.

In Umbria escursione ad anello con splendida vista su Norcia e il Piano di Santa Scolastica, costeggiando i borghi di Savelli, S. Marco, Nottoria colpiti dal sisma del 2016. Escursione alla Grotta dei Campacci con le Cascate delle Marmore per una giornata indimenticabile alla scoperta del mondo sotterraneo tra stalattiti e stalagmiti. Attraverso i vicoli più nascosti del centro storico di Todi scenderemo sino al Tevere percorrendo stradine con insoliti scorci sulla valle e la città. Bellissima traversata lungo le colline dell’alta Umbria tra Montone e Pietralunga, borghi medievali tra i più belli d’Italia, passando per la fortezza di Rocca d’Ares e lungo la Via dei Mulini, sino a giungere alla Pineta di Candeleto e Pietralunga. Da Casacastalda, suggestivo e panoramico borgo storico di collina in Comune di Valfabbrica, con splendide vedute sull’Appennino umbro-marchigiano raggiungeremo invece il panoramico Monte della DEA (664 mt. slm). Bellissimo il borgo medievale Castello di Giomici che vedremo durante le Giornate Nazionali delle Guide Ambientali Escursionistiche in Umbria”.

 

Il 30 Maggio anteprima riservata alla stampa nel Borgo abbandonato più bello d’Italia con le opere del Barocco e del Rinascimento, gallerie vulcaniche.

“Il 30 maggio la stampa potrà vedere fenomeni vulcanici a pochi chilometri da Roma, ma nello stesso posto ammireremo un borgo abbandonato dal 1799 con le opere straordinarie del Bernini, una vera Fontana di Trevi nel cuore di un’area naturale, il Palazzo Ducale – ha proseguito Stefano Spinetti - la piazza, le stalle, e nello stesso borgo anche le opere del Rinascimento Italiano, il Convento di S. Bonaventura, la necropoli etrusca, gli edifici risalenti ancora all’epoca etrusca, il villaggio romano con l’Acquedotto e addirittura siti risalenti al neolitico. Tutto in quello che è stato definito il più bel borgo d’Italia abbandonato e restaurato. Entreremo in miniere dismesse, in gallerie vulcaniche di Tufo rosso e vedremo una Solfatara alle porte di Roma Saremo lì direttamente. Una grande opportunità per la stampa di filmare, fotografare, raccontare, vedere dal vivo tutto questo”.

 

Il 25 Maggio alle ore 11 alla Stampa Estera – invitati i ministri Dario Franceschini e Gianluca Galletti.

 

“Presenteremo al mondo sentieri, borghi fantasma dove troveremo opere del barocco e rinascimento, siti archeologici sconosciuti anche sottomarini, Valli e Musei – ha proseguito Spinetti - un’Italia che spesso con conosciamo. Presenteremo le 200 location protagoniste dei 200 eventi dal 2 al 5 Giugno, in contemporanea. In Trentino vedremo la frana più estesa d’Europa percorrendo un bellissimo sentiero, a tratti lunare, caratterizzato da alberi bonsai. Addirittura vedremo le impronte di dinosauri nella roccia. In Piemonte percorrendo il Sentiero delle Frazioni alte, nel comune di Noasca, sulle Alpi, entreremo in antichi borghi disabitati con affreschi, vere opere d’arte, sui muri delle casette. Vedremo in alcuni di questi borghi la scuola di una volta, l’aula rimasta come era. Osserveremo gli antichi borghi montani delle Valli di Lanzo. Ci sono le Terre Ballerine dove il terreno si muove e gli alberi dondolano. Sarà tutta l’Italia a partecipare. Ad esempio in Basilicata saremo nel centro Storico di Montalbano Jonico. Percorreremo le mulattiere utilizzate dai contadini che dal paese si recavano ai “Giardini” per coltivare le terre fertili della Val d’Agri. Uno spettacolare e suggestivo paesaggio calanchivo cambia con forme più dolci. Attraverseremo un vero e proprio “Museo a Cielo Aperto” con numerosi affioramenti fossili, testimonianza di un mare ormai estinto. Andremo alla ricerca dello scoiattolo nero in mountain bike, nel cuore del Pollino. Chi vorrà potrà scendere in gommone il fiume Lao. In Calabria percorso speleologico nelle Grotte di Sant’Angelo Cassano, in provincia di Cosenza. Si tratta di una cavità carsica abitata già dal neolitico e ne vedremo le testimonianze. Addirittura entreremo anche nella Grotta del Romito, nel comune di Papasidero, dove sono stati rinvenuti resti umani risalenti a migliaia di anni fa.

L'importanza del sito di Papasidero a livello europeo è legata all'abbondanza di reperti paleolitici, che coprono un arco temporale compreso tra 23.000 e 10.000 anni fa, e hanno consentito la ricostruzione delle abitudini alimentari, della vita sociale e dell'ambiente dell'Homo sapiens. Inoltre sono stati rinvenuti anche graffiti e tracce di antiche sepolture risalenti a ben 10.500 anni fa. Tutti in movimento dal sud al Nord.

In Emilia – Romagna tantissimi eventi.

Escursione sulla dorsale collinare che collega Traversetolo a Torre, piccolo borgo affacciato sulla Val Termina alla ricerca di tracce, profumi crepuscolari, panorami; picnic aspettando il tramonto sui calanchi e ritorno in notturna, con torcia, ascoltando il popolo della notte. Saremo nel Parco del Popolo, a Reggio Emilia per una rilassante pedalata raccontando le vicende che portarono alla costruzione dell’importante complesso della Reggia di Rivalta. A Berceto percorreremo un primo tratto dell’antica Via Francigena e attraverseremo boschi per arrivare al Torrente Baganza. Percorsi notturni per vedere i gufi ad Albarola. Inaugureremo un nuovo sentiero tra i vigneti delle prime colline piacentine, tra querceti e castagneti. Alla scoperta del mondo delle farfalle. Vedremo i Parchi del Ducato, a Borgo Rivola di Riolo Terme, in provincia di Ravenna, giocheremo a scoprire le impronte lasciate dai caprioli, cinghiali, tassi…..a farne il calco con il gesso, a scoprire chi ha perso un aculeo colorato, chi ha lasciato cadere un corno, chi ha perso le penne per strada. In Liguria, a Laigueglia, in provincia di Savona, percorreremo un itinerario che dal mare ci condurrà, attraverso oliveti e monumentali pinete, al panoramico crinale che, da Poggio Brea, scende verso Capo Mele, attraverso cui raggiungeremo l’ultimo rifugio del famoso esploratore norvegese Thor Heyerdhal, il caratteristico borgo di Colla Micheri. Ma vedremo anche le meraviglie del Levanto Ligure con un cammino ad anello sull’immenso azzurro del mare, e saremo al castello di Bonassola. Ad Apricale, borgo medievale percorreremo la via dei Frantoi fino alla Chiesa di Maudena, contornata da castagni e posta in un’area pianeggiante in zona Boschetto. Inizieremo con una visita presso la Chiesa degli Angeli”.

 

Il Sud, le Isole, il Nord. Per davvero tutta l’Italia avrà il cuore grande e si trasformerà in un popolo in cammino per le genti colpite dalle emergenze.

 

“In Campania, attraverso il mare con l’utilizzo di gommoni si raggiungerà il borgo marinaro di Pioppi di Pollica. Vedremo la cascata che forma il Pozzo dell’Uva Nera. A Casal Velino - ha continuato Stefano Spinetti - invece gusteremo i prodotti locali. Andar dei Borghi a Faiano, in provincia di Salerno dove vedremo la vecchia città di Picentia. I Romani dopo aver distrutto la città fecero obbligo ai Picentini di non poter ricostruire una città unita e li costrinsero ad abitare i vari nuclei abitativi e così nacquero: S.Tecla, Gauro, Faiano, Castelpagano. La zona è ricca di cerri, querce, macchia mediterranea. A metà percorso nel bosco di San Benedetto la cooperativa ci accoglierà con un primo fatto di verdure, per poi proseguire sino a Faiano. Saremo a Novi Velia che con i suoi 1.705 m., è una delle più belle località turistiche e religiose del Cilento, dove potremo visitare la Chiesa del Sacro Monte dedicata alla Madonna. Faremo snorkeling ad Ischia e vedremo borghi bellissimi come Sant’Angelo e panorami straordinari dal borgo di Serrara. Ad Ischia faremo proprio il bagno.

Ci sarà la straordinaria Sicilia con tantissimi eventi importanti. Faremo trekking ai Nebrodi con le sorgenti dell’Alcantara, a immersi nella natura parteciperemo ad una escursione che condurrà negli splendidi specchi d’acqua del versante orientale dei Nebrodi. Vivremo queste giornate anche nel Geoparco delle Madonie. A Petralia Sottana ad esempio vedremo un intero bosco un intero bosco di agrifogli giganti, unici al mondo per dimensioni, numero di esemplari e localizzazione geografica. Lungo il percorso ammireremo ampie viste panoramiche sulle Madonie.                                                                                                                                          Anche il canyon di Fosso Canna sarà protagonista delle Giornate Nazionali. In Sicilia vedremo l’Aquila Reale. Tanti saranno i borghi siciliani dove si terranno bellissime escursioni. Saremo a Noto Antica con un percorso antropologico e naturalistico nel cuore degli Iblei dove ammireremo anche il Villaggio Rupestre e faremo una pausa rinfrescate nel rifugio più al Sud d’Italia, il Rifugio Scirocco. Non mancheranno panorami mozzafiato sul mare di Siracusa. Anche la Sardegna ha risposto alla grande con straordinarie escursioni. Vedremo il Sarrabus, località della Sardegna geologicamente molto antica, risalente al Paleozoico. Poi trekking solidale nel cuore del canyon della Sardegna con escursioni a rifiuti zero. Ad Ulassai avremo il piacere di osservare alcune delle opere di Maria Lai inserite in un vero museo a cielo aperto”.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

 

Saranno tantissimi gli eventi in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Molise, Puglia, Toscana, Valle d’Aosta.

Tutto il programma è su www.italiaguide.org, basta cliccare sulla regione che interessa.

Il 25 Maggio, alle ore 11, conferenza stampa presso la sede della Stampa Estera a Roma, Via dell’Umiltà 83 – c con Stefano Spinetti, Presidente Nazionale AIGAE, Rossella Muroni, Presidente Nazionale Legambiente, i sindaci e le guide provenienti dalle zone terremotate e inoltre Vienna Cammarota, la guida che all’età di 68 anni sarà la prima donna al mondo a percorrere a piedi il viaggio fatto da Wolfgang Goethe nel 1786, Tiziana Di Donato, l’imprenditrice divenuta Guida.

Presentazione di tutto il programma delle Giornate Nazionali delle Guide Ambientali Escursionistiche nel Calendario di Voler Bene all’Italia, nell’anno dei Borghi indetto dal MIBACT.

 

Per Interviste:

Stefano Spinetti – Presidente AIGAE – Tel 348 3010017

 

Filippo Camerlenghi – Vice Presidente AIGAE – Tel 335 6083451

Davide Galli – Consigliere Nazionale AIGAE con delega alla Comunicazione – Tel 334 6506029 / 388 1059331

Giuseppe Ragosta – Addetto Stampa Nazionale AIGAE – Tel 392 5967459

 

 

Press Tour – il 30 Maggio – con visione dei fenomeni vulcanici alle porte di ROMA – una spettacolare fontana del Bernini nel borgo disabitato in un’area naturale protetta.

 

 

In uno dei borghi più belli d’Italia.

“Forti emanazioni di gas sono le ultime testimonianze di fenomeni vulcanici che hanno interessato l’area nei millenni scorsi alle porte di Roma mentre il palazzo ducale, la fontana del Bernini con il Leone, il Convento di S. Bonaventura - ha affermato Stefano Spinetti - gli edifici risalenti all’epoca Etrusca hanno dato vita al borgo fantasma tra i più belli d’Italia e vedremo tutto. Saremo in un’area di grande interesse storico – archeologico, vedremo colate laviche dei millenni passati ma allo stesso tempo entreremo in un borgo fantasma abbandonato nel 1799. E ancora l’Acquedotto, le miniere dismesse nelle quali entreremo ma anche le gallerie vulcaniche di Tufo rosso. Saremo lì direttamente. Una grande opportunità per filmare, fotografare, raccontare, vedere dal vivo tutto questo”. Stefano Spinetti, Presidente Nazionale dell’AIGAE, l’Associazione Nazionale Italiana delle Guide Ambientali Escursionistiche, l’unica ad essere riconosciuta dal MISE ha annunciato il Press Tour che si terrà il 30 Maggio con partenza da Roma Termini.

“Lo scenario che si presenterà sembrerà uscito da un canto dell’inferno dantesco dove tra una fitta vegetazione – ha proseguito Spinetti - interrotta da ampi spazi, usciranno quasi all’improvviso monumenti di rilevante valore architettonico come il Palazzo Baronale, la Chiesa, il Convento costruiti per ordine del Papa Clemente X su progetto di Lorenzo Bernini. Vedremo monumenti di epoche diverse, avendo insieme l’epoca etrusca, romana, rinascimentale. Andremo in una riserva naturale a pochi km da Roma dove c’è un concentrato di arte, natura, storia in pochissimi metri in un ambiente di bellezza eccezionale, le forre dei Monti della Tolfa, dove a 55 Km da Roma è stato avvistato il lupo ma dove insieme vedremo bellezze archeologiche e architettoniche di epoche diverse. Troveremo emergenze geologiche importanti perché vedremo fenomeni vulcanici, tufi di tutti i tipi, miniere di zolfo e piombo, la miniera abbandonata di Uranio. Poi passeremo alla parte archeologica e vedremo tombe e ricoveri dell’età neolitica alle tombe etrusche, resti dell’abitato romano fino ad arrivare al 1799. Nel 1799 i francesi misero a ferro e fuoco il borgo i cui abitanti si rifiutarono di macinare del grano per fare la farina in favore dei francesi. Andremo a vedere il borgo – fantasma tra i più belli d’Italia. L’emozione sarà quella di ripercorrere in una passeggiata oltre 2500 anni di storia, faremo quel percorso compiuto dal preistorico prima, etrusco poi e romano. Sarà una grande, grande emozione”.

 

 

La splendida fontana del Bernini nel borgo – fantasma

“Pare che Niccolò Salvi si ispirò alla fontana del Bernini. Incaricato dalla famiglia Altieri, il Bernini ebbe un’idea degna del suo gran genio creativo. Sfruttando le fondamenta rocciose su cui era posta la struttura del Palazzo Baronale, costruì alla base della scoscesa parete di sostegno una bellissima fontana – ha continuato Spinetti - che ben si incastonava sullo sfondo naturale formato dalle stesse fondamenta del palazzo. Ma ciò che più colpisce in questo borgo è la presenza di monumenti costruiti in epoche diverse in un insolito e suggestivo connubio architettonico e paesaggistico. Si potranno così ammirare costruzioni di epoca etrusca come i sepolcreti posti alla base del colle e trasformati successivamente in cantine, accanto a imponenti manufatti come l’acquedotto, il castello di epoca medievale divenuto poi palazzo baronale, e del periodo rinascimentale come il già citato Convento di San Bonaventura e lo stesso Palazzo Baronale. Ma la visita non si limiterà solo a questo: infatti, sulla Piazza San Bonaventura, prospiciente l’omonima chiesa vedremo una bellissima fontana a base ottagonale e, nei pressi del Palazzo Baronale, la statua del Leone di opera berniniana.

Alla sommità della parete del Palazzo, proprio sopra una fontana pubblica, Bernini pose una statua raffigurante un leone nell’atto di scuotere con una zampa la roccia per farne uscire della purissima acqua. Di un certo interesse sono anche le case nei dintorni del Palazzo Baronale. Entreremo in un borgo di origine etrusca, dominata dai romani di cui vedremo l’Acquedotto e non solo, dai Longobardi. Nel 1798, Monterano passò alla Repubblica Romana ma nel 1799 il borgo fu devastato dai francesi e da allora abbandonato”.

Dalla solfatara di Roma ai siti del neolitico, dall’epoca etrusca a quella romana ma soprattutto grandi opere del Bernini nel borgo – fantasma, nei luoghi di Benhur.

 

 

 Giuseppe Ragosta – Addetto Stampa Nazionale AIGAE – Tel 392 5967459

 

                        INFORMAZIONI PER LA STAMPA

 

PRESS TOUR AL BORGO – FANTASMA DI MONTERANO

PARTENZA IL 30 MAGGIO – ORE 9 E 30 – NAVETTA BUS DA ZONA ROMA TERMINI – SEGUIRANNO DETTAGLI

 

RIENTRO ENTRO LE ORE 17 E 30 – 18

 

SI VISITERANNO LA SOLFATARA – I SITI DEL NEOLITICO – ETRUSCHI – ROMANI – BORGO FANTASMA CON MONUMENTI DEL BERNINI

 

I GIORNALISTI – OPERATORI TELEVISIVI E RADIOFONICI CHE VORRANNO PARTECIPARE DOVREBBERO ACCREDITARSI FACENDO RICHIESTA ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12 DI DOMENICA 28 MAGGIO INVIANDO NOME E COGNOME E NOME TESTATA ALL’INDIRIZZO DI POSTA ADDETTO.STAMPA@AIGAE.ORG

 

BUON LAVORO E GRAZIE.


pubblicato il 25/05/2017

Immagini
Settori

Ambiente e natura, Cultura, Maschile, Turismo;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | R.E.A. n. PR 248741 | Cookie & Privacy Policy