ITA  EN

AIGAE E CSMON – LIFE FIRMANO PROTOCOLLO D’INTESA PER TUTELARE LA BIODIVERSITÀ DEL TERRITORIO ITALIANO

AIGAE
S.O.S. Graphics srl

Condividi i tuoi feedback

Martellos: “Nel nostro Paese la biodiversità è in pericolo. Ecco i risultati di CSMON – LIFE, primo progetto italiano di ricerca sulla biodiversità in Italia che abbiamo condotto come Università di Trieste con la Tor Vergata, La Sapienza, l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari”.

Sabato 25 Marzo – briefing stampa e convention – ore 15 – Sala dell’Unione dei Comuni della Comunità Montana – Piazza XI Febbraio, 7 – Borgo Val Di Taro – Prov di Parma.

25 anni dopo, le Guide Ambientali Escursionistiche ritorneranno da tutta Italia proprio dove nacquero. Saranno centinaia e nel pieno spirito di guida, decine di loro dormiranno in sacchi a pelo in pieno Appennino.

Una grande Convention Nazionale targata AIGAE e FORMA FUTURO.

 

“A causa dell’allargamento dello Stretto del Canale di Suez stiamo registrando un’invasione massiccia di specie marine aliene provenienti dal Mar Rosso e questo fenomeno rappresenta un serio pericolo per il mercato della pesca. Tali specie tipiche del Mar Rosso stanno invadendo il Mediterraneo e si tratta di pesce in alcuni casi non commestibile ed in altri casi di specie dal basso valore economico che potrebbero mettere a dura prova il mercato italiano. Presentazione dello studio di ricerca, Sabato 25 Marzo alla Convention Nazionale per i 25 anni di AIGAE”. È un allarme molto importante quello che lancia Stefano Martellos, ricercatore e docente del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste, alla vigilia della Convention Nazionale di AIGAE nei borghi dell’Emilia-Romagna. Sabato 25 Marzo a Borgo Val di Taro, in provincia di Parma, centinaia di guide arriveranno da tutta Italia per ritornare proprio in quei luoghi che videro ben 25 anni fa la nascita delle Guide Ambientali Escursionistiche Italiane AIGAE.

“Renderemo noti ed illustreremo i risultati di CSMON – LIFE, il primo progetto italiano di citizen science sulla biodiversità che ha previsto il coinvolgimento delle scuole e dei cittadini nello studio, nella gestione e nella conservazione della biodiversità – ha proseguito Martellos – mettendo in rete scuole, persone comuni, istituzioni e comunità scientifica. CSMON-LIFE, acronimo di Citizen Science MONitoring (http://www.csmon-LIFE.eu) è il grande progetto di ricerca sulla biodiversità realizzato dall’Università di Trieste, l’Università Tor Vergata, l’Università La Sapienza, la Regione Lazio, l’Istituto Agronomico Mediterraneo Valenzano di Bari, la Divulgando Srl e Comunità Ambiente leader nel campo della comunicazione su temi di natura ambientale. I risultati di tale progetto sono preoccupanti perché la biodiversità presente in Italia è fortemente in pericolo a causa della mano dell’uomo. In Europa il Paese più ricco di biodiversità è l’Italia. Ad esempio parlando delle sole piante possiamo dire che in Italia abbiamo ben 8000 specie diverse di pianta e ben 3000 specie di lychee. Questo patrimonio è a rischio. Abbiamo esemplari di farfalle che stanno cambiando radicalmente luoghi ed abitudini ma anche la presenza in Italia di piante tropicali non tipiche delle nostre città. Inoltre l’allargamento del Canale di Suez sta causando una vera invasione di specie marine del Mar Rosso che stanno prendendo il posto di quei pesci che troviamo nel Mediterraneo e che rischiamo di non avere più”.

 

Protocollo Aigae con CSMON – LIFE per tutela biodiversità italiana

“Abbiamo chiuso un’importante protocollo con AIGAE – ha affermato Martellos – che rappresenta solo il primo passo di un percorso comune. Le Guide AIGAE, saranno ma nella realtà già oggi lo sono, tutori della biodiversità del territorio nazionale italiano. Oggi le Guide AIGAE sono il punto di riferimento in quanto conducono milioni di cittadini a vedere il grande patrimonio della biodiversità esistente in Italia, rendendoli partecipi, parte attiva della gestione e della tutela della biodiversità. Già oggi le guide AIGAE, vera risorsa per l’Italia, rappresentano il valore aggiunto perché forniscono al cittadino comune la possibilità di tutelare la biodiversità e l’intero ambiente in cui vive. Il protocollo è ritenuto da noi ricercatori di estrema importanza perché la Guida Aigae è nella sua natura divulgatore scientifico, attento, del territorio. Sabato a Borgo Val di Taro, in occasione dei 25 anni dalla loro fondazione, renderò noti i risultati nel dettaglio di questa importante attività di ricerca quale è CSMON – LIFE”.

 

SABATO – 25 MARZO – BRIEFING STAMPA RICERCATORI CON RISULTATI DEL PROGETTO SULLA BIODIVERSITÀ CSMON – LIFE IN ITALIA – ORE 15 - Sala Conferenze dell’Unione dei Comuni della Comunità Montana, Piazza XI Febbraio 7, da tutta Italia le Guide Ambientali Escursionistiche.

 

Per Interviste:

Stefano Spinetti – Presidente AIGAE – Tel 348 3010017

 

STEFANO MARTELLOS – UNIVERSITÀ DI TRIESTE – TEL 328 7692650

 

Filippo Camerlenghi – Vice Presidente AIGAE – Tel 335 6083451

Davide Galli – Consigliere Nazionale AIGAE con delega alla Comunicazione – Tel 334 6506029 / 388 1059331

MAURO DELGROSSO – FORMA FUTURO – TEL 338 3875398

 

Giuseppe Ragosta – Addetto Stampa Nazionale AIGAE – Tel 392 5967459

 

 


pubblicato il 23/03/2017

Immagini
Settori

Ambiente e natura, Cultura, Economia e finanza;

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | R.E.A. n. PR 248741 | Cookie & Privacy Policy