ITA  EN

Nabaztag

Violet (2005)

Social
Da Wikipedia

La parola Nabaztag ("նապաստակ" che in lingua armena significa coniglio), indica il coniglio Wi-Fi ideato da Rafi Haladjian e Olivier Mével e prodotto dalla compagnia francese Violet.

Alto 23 centimetri, per un peso di 418 grammi, dispone di svariate abilità, tra le quali dare le previsioni del tempo, declamare le ore, segnalare eventuali messaggi di posta elettronica e illuminarsi per mezzo di LED colorati, muovendo le orecchie e pronunciando imprevedibili battute. Può inoltre riprodurre messaggi testuali ed MP3. Con il passare del tempo altri svariati servizi sono stati implementati. È inoltre scomparsa la distinzione tra servizi base e servizi su abbonamento, anch'essi divenuti gratuiti. Esistono anche dei servizi sviluppati dagli stessi utenti (musica, notizie, curiosità) denominati "Nabcast".

Dalla creazione, Antoine Schmitt ne è il designer comportamentale e Jean-Jacques Birgé il designer sonoro. Insieme, hanno anche composto l'Opera Nabaz'mob per 100 conigli tra loro comunicanti (Prix Ars Electronica Award of Distinction Digital Musics 2009). Sylvain Huet ha programmato Nabaztag e Maÿlis Puyfaucher è l'autore di tutti i testi.

L'oggetto, venduto a partire da giugno 2005, alla fine di ottobre 2006 aveva raggiunto i 35.000 esemplari nella sola Francia. A settembre 2007 sono presenti più di 180.000 Nabaztag in tutto il mondo.

Il 20 ottobre 2009 Violet è acquistata dal noto software publisher Mindscape.

Il 29 luglio 2011 Mindscape, proprietaria di Violet, comunica lo spegnimento dei server di gestione di Nabaztag, e rende pubblico il codice per la gestione dei "coniglietti" multimediali, rendendo possibile a diverse comunità utenti di creare dei nuovi server. Comunque, le varie comunità utente hanno privilegiato soluzioni alternative, basate sui progetti Opensource OpenJabNab, Nabizdead e OpenNag, più semplici da implementare dell'originale server (denominato "burrow", con riferimento alle tane dei conigli selvatici) Violet/Mindscape ma privi del supporto per le vecchie unità Nabaztag di prima generazione. Le comunità utente sorte nell'immediata chiusura del server "ufficiale" supportano infatti i soli Nabaztag/tag.

Successivamente, col passaggio del brand Karotz e Nabaztag allo sviluppatore di prodotti tecnologici Aldebaran, tra il 23 ed il 24 dicembre 2011 il dominio www.nabaztag.com è stato nuovamente riaperto. Basato questa volta su un server Java, basato sulle soluzioni Opensource nate sino a quel momento, il nuovo server ha attualmente un'interfaccia in francese, ma contenuti audio in varie lingue, con approssimazione dei principali servizi del burrow precedente. Il servizio è ancora in beta.

Similarmente, il sito www.nabaztag.com ora ospita un progetto fanmade per riattivare i Nabaztag della generazione precedente che, ad oggi (Gennaio 2012) sono attivi con il servizio "Umori" (ripetizione random di frasi divertenti) in sola lingua francese, giochi di luce, coreografie di orecchie (il servizio "Tai-Chi") e ritmi di sonno-veglia prestabiliti. Non è ancora disponibile un'interfaccia utente per modificare o personalizzare le impostazioni.

Approfondisci


Bio

Nabaztag, che significa “coniglio” in lingua armena, è considerato un pioniere e anticipatore degli automi capaci di utilizzare servizi e informazioni fornite dalla Rete. Capace di cambiare colore e utilizzare il movimento delle lunghe orecchie per fornire informazioni sul suo funzionamento, sin dal lontano 2005 Nabaztag era in grado di riprodurre musica e web-radio in streaming, leggere il contenuto delle email ricevute e le ultime notizie, l’oroscopo e le previsioni del tempo. Anticipando di molto gli odierni servizi offerti da Siri di Apple e Alexa di Amazon

   Nabaztag (Foto di Valentino Candiani)

iPress s.r.l. | Telefono: +39 0524 57 12 73 | Partita IVA e Codice fiscale: IT02565630346 | email: info@ipresslive.com | website: www.ipresslive.com | PEC: amministrazione@pec.ipresslive.it | Cap. Soc. €10.000,00 i.v. | R.E.A. n. PR 248741 | Cookie & Privacy Policy